MUSICA E PAROLE AL CASTELLO

May 29, 2017

Domenica 11 giugno il Conservatorio «G. F. Ghedini» a Rocca de' Baldi

Doppio appuntamento con la “grande musica” al Castello di Rocca de’ Baldi.

 

Dopo il successo dello scorso anno, la serie di Concerti fuori porta organizzata dal Conservatorio statale di musica “G.F. Ghedini” di Cuneo fa tappa ancora una volta a Rocca de’ Baldi, domenica 11 giugno.  E anche nell’edizione corrente il concerto si articolerà in due momenti che avranno luogo in due location diverse.

 

All’interno del Castello, in apertura di concerto alle 16.30, risuoneranno le note di Johan Sebastian Bach (Partita n. 2 per violino solo), interpretate da Caterina Alifredi, diplomanda in violino.

 

Alle 17.15 il pubblico si sposterà nel parco del Castello per un appuntamento d’eccezione con i suoni, le voci e il fragore della Grande Guerra, rievocata con un concerto di grande impatto emotivo. Musiche di autori di oggi (C. Chavez, F. Tull, A. Cirone, M. Kabelac), saranno unite al racconto di chi la prima guerra mondiale l’ha vissuta e subita da casa, in particolare delle donne che sono rimaste a custodire la abitazioni, ma anche a portare avanti le fabbriche, gli uffici e i commerci.

Voci di donne che sono rimaste a casa, suoni di tamburi e marimbe che vengono da fuori, a volte da un’altra dimensione, il racconto di una bambina, rimasta a casa con le altre donne mentre gli uomini sono partiti per andare al fronte, si unisce al suono roboante e al ritmo selvaggio di un ensemble di percussioni, che scandisce la lettura.

Le voci delle donne sono quelle portate a noi dalla scrittrice Chiara Carminati che con il suo romanzo Fuori fuoco ha vinto il prestigioso Premio Strega Giovani e che parleranno attraverso la voce recitante di Costanza Rapa. Al suo fianco l’ensemble "Le percussioni della Granda" formato da: Lorenzo Armando, Giorgio Calvo, Umberto Calosso, Matteo Caramia, Claudio Lo Russo, Matteo Lerda, Edoardo Pellegrino; direttore: Alberto Bosio.

 

Insieme offriranno al pubblico un concerto nel quale narrazione, ricordi, emozioni e speranze si uniscono per fare memoria di un evento che ha segnato indelebilmente il corso della nostra storia.

Il concerto nel parco si terrà anche in caso di pioggia, all’interno di una struttura opportunamente predisposta.

 

Ingresso: gratuito

 

Please reload

In evidenza questo mese

Vita quotidiana casa Morozzo

September 23, 2019

1/3
Please reload

Articoli recenti

September 30, 2018

Please reload

Archivio
Please reload