Gli oggetti del cibo

April 30, 2015

Dal 1 maggio al 31 ottobre - domenica e festivi ore 14,30-18,30

Il rapporto tra l’uomo e il cibo è il tema attorno cui ruotano l’Expo 2015 e il suo slogan “nutrire il pianeta”. Il percorso tra “gli oggetti del cibo nella cucina di ieri” è l'omaggio del Castello di Rocca De' Baldi al grande evento di Milano, visitabile da maggio a ottobre 2015.

 

Un percorso tra i materiali con cui gli oggetti e gli utensili erano realizzati - terracotta, rame, alluminio - per descrivere il diverso modo di cuocere il cibo: dal camino al putagè, al fornello a gas, alla piastra elettrica e al cambiamento sociale lentissimo per secoli, e poi esploso nella seconda metà del novecento.

 

Oggetti che ci parlano di un tempo in cui il cibo era poco, prodotto con grandi fatiche, trattato con rispetto e sacralità, in un orizzonte culturale che non prevedeva la parola spreco. E che sanno trasmettere gusti, profumi, sapori semplicissimi: polenta, tajarin, minestre di latte e castagne, minestroni cotti al forno nei tradizionali contenitori di coccio, pesci in carpione, bunet, pesche ripiene… cibi della necessità e della povertà dignitosa, capaci di mantenere saldo il loro valore nella società dell'"abbondanza" di oggi, dalla quale 800 milioni di persone sono però completamente esclusi.

 

Un omaggio al valore etico del cibo che il museo propone attraverso la forza della memoria, mentre scienza, tecnica, ricerca e innovazione portano avanti la loro grande sfida, esposta all’attenzione di milioni di visitatori nei padiglioni dell’Expo.

Please reload

In evidenza questo mese

Vita quotidiana casa Morozzo

September 23, 2019

1/3
Please reload

Articoli recenti

September 30, 2018

Please reload

Archivio
Please reload